Politica e Giustizia

Mi dà un po’ fastidio, ma questa volta devo essere d’accordo con Bossi: i voti di Berlusconi, in questa difficile congiuntura economico-finanziaria, sono necessari al governo; ed ecco quindi che lo psiconano si salva; e ancora una volta a colpi di prescrizioni. Questo lascia purtroppo intendere all’opinione pubblica che lui sia un impunito, grazie alle leggi ad personam che si è cucito addosso.

Bisogna voltare pagina, e la risposta deve essere politica. Il PD deve saper costruire una proposta vincente che non si basi sul tifo da stadio contro Berlusconi ma che raccolga l’Identità della classe lavoratrice, per un giusto riconoscimento del Valore Aggiunto che si porta in Azienda. Se non ci può essere Giustizia piena da parte dei magistrati, si lavori almeno per avere un po’ di Giustizia sociale.

La Destra dovrebbe diventare una Destra di livello europeo, lasciando a casa gli intrallazzatori, i mafiosi e i faccendieri di vario genere; una Destra che sia presentabile ai Conservatori inglesi, per intenderci, che non si voltino dall’altra parte vomitando ogni volta che si nomina il PDL. La Destra deve fare, sì, gli interessi dei ricchi ma stando nelle regole, perché forse non è più tanto vero che per sfuggire alle toccate dei preti ci vogliono i soldi comunque guadagnati. Viceversa, più siete intrallazzati, più nel sottobosco cresce qualsiasi forma di pedofilia, perpetrata oltre che dai preti, anche dai politici.

Nel frattempo, il governo Monti, che non è legittimato da nessuna elezione politica, tolte le castagne dal fuoco sul fronte economico-finanziario, dovrebbe eliminare il Porcellum e poi fare un passo indietro e portarci a nuove elezioni.

Progressismo o Conservatorismo? Nel Progressismo ci si potrebbe aspettare la possibiità di migliorare un po’ il mondo; quindi Creazione di Valore e possibilità per il giovane etero di affermarsi, laddove il Conservatorismo potrebbe non avere i necessari meccanismi correttivi nei confronti delle nuove generazioni e favorire solo i vecchi ricchi, con i problemi di stagnazione economica e mancato ricambio generazionale attuali. Il Maestro probabilmente era di Destra ma era consapevole, da vecchio, della propria necessità di identificarsi nel giovane, per non prestare il fianco alla vecchia lesbo che tutto appiattisce. Quindi il Maestro applicava dei potentissimi correttivi per dare spazio ai giovani, nella sua Scuola. Il suo punto di vista, su questo tema era:”Innovare nel solco della Tradizione”. Il che in termini sessuati significava che bisogna prediligere la Vagina e che l’Anale lo si pratichi solo in casi estremi “non per giocare ma per salvarsi a vita”. Poi la stima del Maestro, naturalmente, va agli allievi che giochino in scioltezza piuttosto che a quelli che ai vari fascistelli che provocano e picchiano e non riescano a concepire la propria esistenza senza schiacciare il loro prossimo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>